Logo

ImageNews - Ridurre l'epilessia con CBD


In Francia, la depenalizzazione della cannabis è in corso. Gérard Collomb, il ministro dell'Interno, ha annunciato il Mercoledì 24 maggio BFMTV: in pochi mesi, la cannabis non sarà più multato e quindi una multa. Non più passando per la scatola del tribunale. Per quanto riguarda la ricerca scientifica, è costantemente alla ricerca di nuove proprietà per la cannabis. Dopo la prevenzione della demenza e sclerosi multipla, qui che il cannabidiolo, un componente di cannabis, ridurrebbe del 39% della frequenza delle crisi nella loro forma più grave, secondo uno studio.

Efficace sulla sindrome di Dravet

Attenzione però, "il cannabidiolo non deve essere visto come una cura per l'epilessia", avverte il dottor Orrin Devinsky, autore principale dello studio e professore di neurologia e psichiatria presso il Langone Medical Center presso l'Università del New York. "Ma per i pazienti con le forme più gravi che non rispondono ai numerosi trattamenti, i risultati di questo studio clinico fanno sperare che potremmo presto avere un'altra opzione", dice.

Lo studio è stato infatti concentrato su una forma particolarmente grave di sindrome di Dravet epilessia. Questa malattia si trova nei bambini e spesso porta a ritardi dello sviluppo. La sua prevalenza è stimata tra 1 su 20.000 e 1 su 40.000 nascite. "Abbiamo ancora bisogno di ricerca ma dimostra trial clinico, ad un livello senza precedenti, l'efficienza del cannabidiolo per il trattamento di questa forma di epilessia," dice. Il cannabidiolo o CBD è uno dei 60 composti trovati nella cannabis. Se rappresenta la massima concentrazione, non ha proprietà psicoattive. A tal differenziano THC, il principio attivo della cannabis che agisce sul sistema nervoso.

39% in meno di attacchi epilettici

In questo studio clinico, i ricercatori hanno reclutato 120 bambini e adolescenti 2-18 con la sindrome di Dravet. Lo studio è stato condotto in 23 siti negli Stati Uniti e in Europa. Parte dei partecipanti scelti a caso è stato trattato con 20 mg di CBD per kg o placebo sono stati aggiunti al trattamento già seguito e per quattordici settimane. Il tasso di convulsioni nel gruppo trattato con CBD è diminuito del 39%. In tre dei pazienti, le crisi sono completamente scomparse. Nella coorte di pazienti che hanno preso un placebo, la riduzione della frequenza delle crisi è stata solo il 13%. Effetti indesiderati - vomito, affaticamento e febbre - per il 93,4% dei pazienti sono stati generalmente lievi o moderatamente grave.

Articolo Fonte: https://www.sciencesetavenir.fr/sante-maladie/epilepsie-un-composant-du-cannabis-reduit-les-crises_113269