Logo

ImageCBD: il potenziale per distruggere le cellule tumorali e alleviare gli effetti collaterali


13/03/2019
Autore: WeedCbdSvizzera

Prima di iniziare questo articolo, ti ricordiamo che questo articolo non intende essere una promessa di cura e non può essere utilizzato a scopi diagnostici. Questo è semplicemente per spiegare come il CBD può influenzare le cellule tumorali, alleviare gli effetti collaterali di trattamenti come la chemioterapia e presentare i risultati di studi scientifici condotti in questa direzione. Si consiglia vivamente di consultare il proprio medico prima di iniziare qualsiasi consumo di prodotti CBD.

Cos'è il cancro?

Il cancro è considerato una malattia genetica, causando un'interruzione della vita delle cellule: mentre la vita delle cellule sane è limitata, il cancro consente alle cellule di continuare a crescere una volta espressa questa vita. Queste cellule quindi attraversano il flusso sanguigno e raggiungono altre parti del corpo, causando malattie gravi e spesso fatali.

Anche se esistono alcuni trattamenti, di solito irradiando le cellule infette di ucciderli, hanno l'effetto collaterale di danni parti sane del corpo, come il fegato oi reni, o il sistema immunitario.

Cannabinoidi, nuova speranza per la ricerca sul cancro?

Molti scienziati sono stati interessati, per molti anni, agli effetti benefici che i cannabinoidi, e in particolare la CBD, possono avere sul trattamento dei tumori. E molti studi hanno prodotto visibilmente confermate queste speranze. Inibendo la crescita del tumore e uccidendo le cellule infette, il CBD può rallentare e bloccare la crescita di queste cellule.

Il CBD stimola la produzione di alcuni cannabinoidi, come il 2-Arachidonilglicerolo. Questi incoraggiano il sistema immunitario a cacciare e distruggere le cellule tumorali
Il CBD può influenzare le lipossigenasi, riducendo l'attività delle cellule tumorali
La CBD blocca le metastasi, impedendo loro di diffondersi attraverso il flusso sanguigno o il sistema linfatico
Potente antinfiammatorio
I benefici dei cannabinoidi sono quindi riconosciuti per i loro effetti benefici sui sintomi correlati al trattamento, o quelli relativi alla malattia stessa.

Perché il corpo reagisce al CBD?

È grazie alle interazioni del CBD con il sistema endocannabinoide che ha un effetto benefico: il sistema endocannabinoide è effettivamente responsabile di quasi tutto ciò che accade nel tuo corpo. È il sistema che collega i canali di comunicazione tra il corpo e il cervello.

Pertanto, quando una malattia, una lesione o uno stress richiedono più trasmettitori cannabinoidi, l'assunzione di CBD aiuterà l'organismo integrando il contributo naturale del proprio corpo e quindi promuoverà la sua guarigione. Infatti, sempre più scienziati credono che molte malattie siano dovute a uno squilibrio tra i trasmettitori e i ricevitori del sistema endocannabinoide.

CBD come complemento ai trattamenti contro il cancro

Questo è uno dei punti importanti da tenere a mente: il CBD da solo non può essere considerato un trattamento, e trattamenti convenzionali come la chemioterapia e la radioterapia non dovrebbero essere trascurati. Tuttavia, dopo la testimonianza di molte persone che soffrono di cancro, prendendo CBD contribuirà ad alleviare i sintomi una mano legati al cancro in sé, ma anche quelli relativi al trattamento di controllo, come nausea, vomito , affaticamento, gonfiore, perdita di peso e dolore.

Fonte Articolo in inglese: https://www.medicalmarijuanablog.com/articles-en/cbd-the-potential-to-kill-cancer-and-relieve-treatment-side-effects.html

ImageNella stessa categoria