Logo

ImageChi consuma cannabis CBD?


06/07/2018
Autore: WeedMe

Se sei arrivato su questo sito, è perché sempre più persone sono interessate ai prodotti di cannabis con alti livelli di CBD (cannabidiolo). A lungo demonizzata dalle autorità, la cannabis è stata a lungo presentata come un narcotico e di fatto vietata per la vendita, la produzione e il consumo.

Eppure negli ultimi anni, a causa dei numerosi studi sugli effetti benefici della molecola del CBD, contenuti nelle piante di canapa, l'opinione pubblica è cambiata e inizia a scuotere da un lato le idee ricevute (non i fumatori di la cannabis non sono tossicodipendenti), e d'altra parte le autorità, in particolare le istituzioni sanitarie e mediche che, ancora con cautela, evidenziano tuttavia le proprietà benefiche dei prodotti con alti livelli di CBD derivati ​​dalla cannabis.

Quindi oggi chi consuma questi prodotti CBD e a che cosa serve?

Prima di procedere, vorremmo far notare che questo articolo e le informazioni che potresti trovare non sono in alcun modo intese come affermazioni mediche, e non siamo nella posizione di fornire consigli sull'uso medico o sulla diagnosi. Ti invitiamo a esprimere la tua opinione attraverso i risultati dei crescenti studi scientifici sui benefici e gli effetti collaterali del consumo di prodotti contenenti CBD e derivati ​​della cannabis. Allo stesso modo si consiglia di consultare il proprio medico non appena si prevede di iniziare il consumo di prodotti contenenti CBD.

Quindi chi oggi consuma cannabis CBD e per quali ragioni?

Nei nostri altri articoli potete trovare i vari benefici concessi ai prodotti CBD, così come i risultati clinici derivanti dai numerosi studi scientifici relativi a questi prodotti: anti-dolore, calmante, tranquillante, riduce le crisi di epilessia e contribuisce alla cura alcuni tipi di cancro, o almeno per ridurre gli effetti collaterali legati a terapie pesanti come la chemioterapia o terapie tri / quadri nel contesto dei trattamenti contro l'HIV.

Eppure non tutti consumano prodotti CBD dalla cannabis per ragioni strettamente mediche.

Pertanto, molte persone che sono state consumatori di cannabis per molti anni (fumatori comuni) si stanno ora rivolgendo ai prodotti a base di cannabis. Infatti, se fumare le articolazioni quando hai 20 anni di solito non è "molto serio", diventa sempre più difficile continuare questa pratica con il passare degli anni. Difficile infatti essere "di pietra" quando si lavora, durante un appuntamento professionale o per molteplici motivi. Eppure, che piacere fumare "la sua canna", la sera davanti alla TV o prima di andare a letto. Ed è qui che la cannabis CBD è disponibile in: CBD (cannabidiolo) è diverso da qualsiasi degli altri ingredienti attivi della cannabis (THC, capo della quotata "psicotrope" la cannbis) è il capo della prossima molecola lenitivo e calmante del consumo di cannabis. In altre parole, rilassati senza "alto". Per questo motivo, sempre più "fumatori comuni" da lungo tempo si rivolgono all'erba CBD, per il piacere del gusto e il rilassamento che fornisce. Le persone che hanno anche problemi di sonno, insonnia, si stanno rivolgendo sempre più a questi prodotti naturali, piuttosto che tranquillanti e sonniferi prodotti dalle compagnie farmaceutiche.

D'altro canto, e grazie ai numerosi studi scientifici condotti su questo argomento, un gran numero di persone oggi sceglie il CBD come trattamento per numerose malattie o effetti collaterali dei trattamenti che ne derivano, in particolare le crisi epilettiche, alcuni tipi di cancro. , sclerosi multipla e molto altro. Ancora una volta vi invitiamo a consultare il vostro medico che può consigliarvi sull'uso o meno dei prodotti CBD derivati ​​dalla cannabis.

ImageNella stessa categoria